Il tuo carrello

Sembra che il tuo carrello sia vuoto!

CONTINUA LO SHOPPING

Che cos’è il “Made in Italy”?

by Francesco Grilli |

Dopo il primo appuntamento di questa rubrica, oggi cercheremo di raccontare un altro aspetto della nostra impresa.

Se nello scorso articolo abbiamo raccontato la storia e la tradizione della Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale che utilizziamo per creare i nostri prodotti, oggi vogliamo parlare di un argomento più generale che ci colpisce in modo diretto: il “Made in Italy”.

Che cos’è il “Made in Italy”?

Senza addentrarci in definizioni troppo tecniche, “Made in Italy” è la denominazione che un bene di qualsiasi genere prende quando è interamente prodotto in Italia.

“Interamente prodotto in Italia” non significa che l’oggetto subisce un trattamento marginale di “rifinitura”, come avviene per gran parte delle aziende con produzione delocalizzata all’estero.
“Interamente prodotto in Italia” significa che tutta la trafila produttiva dell’oggetto e di tutti i componenti che ne fanno parte, provengono e sono lavorati completamente nel nostro paese.

Questa caratteristica, tutelata sia da diverse leggi italiane che da alcune leggi europee, fornisce alle aziende ed al consumatore finale garanzia e sicurezza nel momento dell’acquisto di un prodotto che vanta il marchio “Made in Italy”.

 

Un’altra domanda sorge spontanea: delineati gli aspetti tecnici, che cos’è veramente il “Made in Italy”? Quali sono gli effetti tangibili di un prodotto certificato rispetto ad uno importato o realizzato all’estero?

Per Tulsi “Made in Italy” è riassumibile con tre parole chiave: Capitale, Etica, Tracciabilità. 

Capitale: comprare oggetti interamente prodotti in Italia consente a chi fa impresa di continuare ad investire risorse nel paese, garantendo, da una parte, il pagamento delle imposte e delle tasse dovute allo stato e, dall’altra, il sostentamento di tutte quelle piccole e grandi realtà coinvolte nella lavorazione del bene.

Etica: come azienda scegliamo ogni giorno di acquistare le nostre materie prime soltanto in Italia, oltre che per supportare la crescita del PIL (Prodotto Interno Lordo) del nostro paese, per prevenire e combattere tutte le forme di lavoro non adeguatamente retribuito, supportando l’etica che è alla base della nostra visione di lavoro ed impresa.

Tracciabilità: Il Consorzio “Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale” è il punto di partenza di tutta la nostra produzione. Affidarci ad un organo come il consorzio, ha permesso alla nostra azienda di non dover scendere a compromessi. Garantendo in egual modo l’eccellenza delle materie prime provenienti dalla tradizione toscana della pelle conciata in botte, un processo capace di rispettare l’ambiente senza utilizzare sostanze dannose. La pelle conciata al vegetale è la nostra scelta ed è punto d’incontro di tematiche che prendiamo seriamente: come artigianalità e ambiente, le quali sono alla base della nostra idea d’impresa.

 

Per Tulsi il “Made in Italy” non è solo sinonimo di qualità, ma sinonimo di cultura e di tradizione. Essere “Made in Italy” garantisce ai prodotti un vantaggio competitivo non indifferente rispetto ad un mercato globalizzato.

La scelta di supportare o meno i prodotti del nostro paese è solo nelle mani del consumatore, tu da che parte stai?